Apocalypse Haiti

Scritto da: il 14.01.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Sebbene il bilancio delle vittime del terremoto che ha colpito Haiti non sia ancora chiaro, le Autorità temono che decine di migliaia di persone siano rimaste sepolte tra le macerie, se non addirittura centinaia. Mentre i cadaveri marciscono per le strade, i soccorritori proseguono come possono le ricerche tra gli edifici crollati durante il violentissimo sisma che martedì sera ha quasi raso al suolo la capitale del Paese, Port-au-Prince.

La popolazione è disorientata, senza acqua, né cibo. Gli aiuti internazionali tardano, anche perché l’aeroporto è in mano agli sciacalli. Le comunicazioni e le infrastrutture sono praticamente azzerate, il che rischia di far aumentare con il passare delle ore il numero delle vittime. Vittime che al momento sarebbero stimate attorno alle 100mila, ma che alla fine della macabra conta, considerato come la città avesse oltre 2 milioni di abitanti, potrebbero anche superare le 500mila.

Un'antica mappa coloniale di Haiti e Santo Domingo

Un'antica mappa coloniale di Haiti e Santo Domingo

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple