Autonomia in salsa groenlandese

Scritto da: il 26.11.08
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Dopo anni di accese rivendicazioni e mesi di duro dibattito politico, la Groenlandia ha votato ieri per un’ampia autonomia da Copenaghen. In un referendum celebrato in quello che ancora ufficialmente è protettorato danese, infatti, il 76% degli elettori si è espresso in favore dell’autogoverno, compiendo un primo passo verso l’indipendenza che alcuni (ma non tutti) agognano.

L’affluenza alle urne è stata molto alta e nella capitale Godthåb (Nuuk in lingua inuit), dove vive buona parte dei 56mila abitanti della gelida regione, i festeggiamenti sono cominciati ancora prima della chiusura delle urne.

In concreto, la proposta approvata prevede un maggiore grado di autonomia da Copenaghen in politica estera, nello sfruttamento delle ingenti risorse (anche petrolifere) dell’Artico e nella struttura amministrativa. Inoltre, l’inuit diviene l’unica lingua ufficiale della Groenlandia.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple