Bersani richiama all’ordine Lupo, il Pd siciliano verso l’addio a Lombardo

Scritto da: il 13.04.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

«I provvedimenti della procura della Repubblica di Catania, recentemente assunti nell’ambito dell’inchiesta denominata “Iblis”, suscitano preoccupanti interrogativi che, al di là degli sviluppi giudiziari, investono il ruolo istituzionale del presidente della Regione Siciliana. Questi fatti richiedono una riconsiderazione della situazione politica nel governo della Regione e della iniziativa del Pd. A tal fine saranno convocati a breve gli organismi dirigenti siciliani con la partecipazione della segreteria nazionale». Lo affermano in una nota congiunta il segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani, ed il segretario regionale siciliano, l’”opussiano” Giuseppe Lupo.

Ovviamente, la notizia (di fatto nota da più di un anno, ma ufficializzata dalla Procura con l’avviso di conclusione delle indagini soltanto sabato scorso) che il presidente siciliano Raffaele Lombardo – a capo di una giunta tecnica sostenuta da Pd, Mpa, Udc, Fli e Api – è indagato per concorso esterno in associazione mafiosa non poteva non scuotere un galantuomo come Bersani. Che certo però avrebbe fatto meglio a pensarci prima, riconducendo per tempo all’ordine i vertici regionali del suo partito.

Insomma, considerato come l’innaturale alleanza fra democratici ed autonomisti abbia eroso in maniera significativa i già scarni consensi del Pd, la decisione (se arriverà, ma sembra certo) di togliere l’appoggio al governo Lombardo appare davvero troppo tardiva. Ormai il danno d’immagine per il Pd siciliano è gravissimo e la compagine di centrosinistra alle prossime elezioni regionali, a questo punto imminenti, sarà sicuramente punita con estrema durezza dall’elettorato.

Quanto agli equilibri interni al Pd regionale, a questo punto è ovvia la vittoria della linea di coerenza e fermezza di Enzo Bianco, da sempre radicalmente contrario all’”abbraccio” con Raffaele Lombardo. Nelle prossime ore sarà interessante sentire il giudizio in merito alla presa di posizione di Bersani di Giuseppe Lumia, il grande sostenitore del presidente siciliano fra le fila dei democratici.

Pier Luigi Bersani
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple