Clamorosa scelta in ginocchio della Bbc: il Papa si può prendere in giro, l’Islam no

Scritto da: il 16.10.08
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Clamorosa ed indecente scelta della televisione di Stato britannica: alla Bbc comici e cabarettisti vari potranno continuare a fare battute, anche parecchio irriverenti, come spesso accade, sui cristiani in generale e sul Papa e sul Vaticano in particolare, ma da ora in avanti sarà severamente vietata ogni presa in giro dell’Islam. La vigliacchissima decisione, secondo il tabloid Daily Star, sarebbe stata presa da Mark Thompson, direttore generale della tv British.

Per capo della Bbc i musulmani sarebbero più suscettibili dei cristiani e sarebbe quindi meglio non irritarli.

Non ho parole. Solo insulti … E se invece si facesse (qui in Italia, lì in UK, negli States ed un po’ dappertutto in Occidente) una bella legge sull’irritabilità, mandando in galera e buttando la chiave tutti i credenti particolarmente irritabili, cristiani, islamici, buddisti, industi, ebrei, zoroastriani o vattelappeschiani che siano? Nel frattempo, il licenziamento in tronco di Thompson non sarebbe certo una brutta idea.

Sia chiaro, continuando di questo passo il Destino dell’Occidente è segnato …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple