Confermo, terzo atto fra Obama e McCain inutile e noiosetto

Scritto da: il 16.10.08
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Meno male che è finita! Basta, non ne potevo più di questo supplizio dei dibattiti fra Obama e McCain (a proposito, ma avete mai fatto caso che il suo cognome tradotto in italiano suonerebbe tipo “De Caino”?) … Come nei due confronti precedenti, anche ad Hempstead Obama pare aver convinto di più, soprattutto per i nervi saldi dimostrati di fronte agli attacchi dell’avversario, un po’ irascibile. In ogni caso, come sempre, il giudizio dei politologi e quello dei telespettatori diverge. Per i primi McCain avrebbe vinto, per i secondi tutto il contrario.

Da canto suo, McCain, in buona forma, puntine di ira a parte, ha tentato in tutti i modi di smarcarsi da Bush jr ed ha puntato su terrorismo, tasse e aborto, evidenziando la posizione estremista di Obama in merito all’interruzione di gravidanza.

Ancora una ventina di giorni scarsi, quindi, per i due contendenti. Obama vola nei sondaggi, ma in 2/3 di mese, un tempo lunghissimo in America, tutto può accadere. Certo, la crisi finanziaria in atto avvantaggia il candidato democratico, ma personalmente continuo a ritenere ben difficile che un uomo dell’Asinello torni alla Casa Bianca …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple