Della dannazione dell’interlocutore non riconosciuto

Scritto da: il 02.01.14
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Un cenacolo di disperati si aggira per Catania. Osservatori interessati delle cose pubbliche (il che è oltremodo legittimo, sia chiaro), palesano alcuni chiodi fissi in maniera da far rasentare il sospetto di turbe della sfera intima. Ma non è certo l’amore per la città del Vulcano che li connota. Tutt’altro. È innanzitutto l’odio verso chiunque porti avanti con dignità il cammino della propria esistenza. L’odio verso l’ordine. L’odio verso chi, combattendo le sue battaglie in nome della sua visione delle cose, alla fine ha vinto la guerra e va avanti per la sua strada, decidendo con determinazione (come da suo carattere). Ma non solo. C’è anche l’odio verso chi, semplicemente, nelle professioni che hanno scelto di esercitare, non li ritiene i migliori, non li ritiene nè di seria A, né di serie B, C1 o C2. Semplicemente non li ritiene.

In breve, questi spettri della comunità sono caratterizzati soprattutto dall’odio verso chi non li riconosce come interlocutori. E ciò li fa dannare oltre misura. Perché – estremisti comunisti, neofascisti, anarchici, naziclericali o semplici conservatori timidi che siano -  questi trombati della vita un riconoscimento sociale, seppur minimo, lo anelano, altro che. Come anelerebbero un reddito (altra esigenza più che legittima, per carità) per poter coltivare anche loro qualche passione, qualche vizio. Come tutti, insomma. Ovviamente, non gli è mai passato per la testa di raggiungerlo, il riconoscimento, tramite un impegno serio, che preveda innanzitutto il rispetto degli interlocutori e delle regole condivise.

Pieter Brughel il Vecchio, "Invidia" (1558)

Pieter Brughel il Vecchio, “Invidia” (1558)

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple