Di contro il Pd una non la imbrocca nemmeno a colpi di legno …

Scritto da: il 30.01.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Appena qualche ora fa il Partito Democratico aveva annunciato che non vi sarebbero state primarie (lo smacco pugliese ancora brucia …) per decidere il candidato alla guida della Regione Campania alle prossime elezioni, candidato che sarebbe stato (è/sarà/potrebbe essere?) il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca, appoggiato soprattutto dai  Verdi (dove c’è una scelta sbagliata lì ci sono loro …) e dall’Alleanza per l’Italia di Francesco Rutelli, ma assolutamente inviso all’Italia dei Valori («è sotto processo» hanno subito tuonato dal quartier generale dipietrista) e alla Federazione della Sinistra (il portavoce Paolo Ferrero ha parlato di «una vera e propria farsa»).
Insomma, neanche il tempo di prendere posizione su qualcosa (quale che sia) che scoppia l’usuale putiferio attorno/dentro/sopra/sotto il Pd.
Davvero nemmeno a colpi di legno ne indovinano una … Dal «che c’azzecca?!?» di Di Pietro si è passati al «chi c’azzecca?!?» di Veltroni/Franceschini/Bersani …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple