Dickens nelle catacombe

Scritto da: il 03.01.12
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Non smetterò mai di stupirmi davanti alla capacità dell’uomo di talento di rileggere i capolavori della letteratura mondiale, magari facendo emergere aspetti e note che prima non avevo colto. Sono un appassionato di Charles Dickens e soprattutto di A Christmas Carol, in italiano Il canto di Natale o, se si preferisce, Carola di Natale, il breve capolavoro vittoriano pubblicato per la prima volta da Chapman & Hall nell’ormai lontano 19 dicembre 1843. Ne colleziono edizioni, italiane e straniere, l’ho letto tante volte e, quando posso, vedo le riduzioni teatrali di cui riesco a sapere.

È stato quindi con curiosità ed animo allegro che mi sono accostato ad una lettura organizzata dall’Arcidiocesi di Siracusa e dall’associazione Kairós dentro la catacomba di san Giovanni, a Siracusa appunto, città nella quale “migro” il fine settimana, momentaneamente abbandonando gli inferi etnei. Franco Mirabella l’attore (unico) protagonista della lettura dickensiana, con l’accompagnamento al flauto di Andrea La Monica. Un momento delizioso in uno scenario  “figherrimo”. Devo dire un grazie immane al Mirabella, perché in un’ordalia di materialismo mi ha regalato l’unico momento spirituale e di riflessione di tutte le feste appena archiviate. Dio preservi sempre le buone Arti e chi le coltiva.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple