Dov’ero …

Scritto da: il 23.05.08
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Sedici anni fa, quando uccisero Giovanni Falcone, ero a Rimini, a casa di quella che allora era la mia ragazza, che poi sarebbe divenuta la mia adorata moglie e poi ancora la mia adoratissima ex moglie.
Ero un 24enne alle soglie della laurea ed ero “fuggito” da qualche anno da Catania per fare l’Università a Bologna. Ricordo che appresi la notizia dell’attentato in salotto, accanto al nonno della mia ragazza, un vecchio meraviglioso compagno partigiano. Qualche tempo dopo sarei passato più volte da Capaci, andando a fare il Car a Trapani.
A distanza di quasi vent’anni dalla mia partenza da Catania, sono rientrato. Molte cose sono cambiate, per carità. Ma tante altre assolutamente no. La stessa diffusa inciviltà, la stessa (spesso volontaria) incultura che diventa arretratezza economica e sociale.
La nostra Isola è 20-30′anni indietro rispetto al nord Europa, diciamolo onestamente. E mi accorgo di come taluni “problemi” siano ormai così interiorizzati da essere divenuti quasi una categoria dello spirito. Che tristezza … Anzi, no, la tristezza è per cose più serie, più intime … Che rabbia … Che vomito …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple