Effettuati due test missilistici, l’Iran potrebbe colpire Israele

Scritto da: il 28.09.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Sotto la direzione dei Pasdaran, i cosiddetti “Guardiani della Rivoluzione”, l’Iran ha effettuato oggi un doppio test missilistico, provando due vettori potenzialmente in grado di raggiungere Israele, il Sejil, a due stadi e alimentato con combustibile solido, con una gittata di 2.000 chilometri, e lo Shahab-3, con combustibile liquido e una gittata fra i 1.300 e i 2.000 chilometri.

Il Ministero degli Esteri iraniano parla di «esercitazioni di routine» che nulla avrebbero a che vedere con il discusso programma nucleare della Repubblica islamica, ma è palese la provocatoria coincidenza con la notizia di venerdì scorso dell’esistenza di un secondo impianto, finora segreto, per l’arricchimento dell’uranio in Iran.

Il grave episodio ha fatto ribadire a Stati Uniti ed Israele di non poter a questo punto escludere nessuna opzione, compresa quella di un attacco ai siti atomici iraniani.

Da un lato viene da fare una primissima considerazione: la politica dell’apertura e della mano tesa di Obama nei confronti di un abile “dissimulatore” come Ahmadeneyad è assolutamente fallimentare. Con leader di tal schiatta forse sarebbe stato più efficace il duo McCain/Palin, almeno come capacità dissuasiva.

Da un altro punto di vista, però, non bisogna mai dimenticare come le guerre più devastanti (ed anche ingiuste, come nel caso dell’aggressione alla ex Jugoslavia) gli Usa le abbiano mosse con dei democratici alla Casa Bianca. Ora, Obama, persona ragionevole e tendente al dialogo, ma all’occorrenza anche assai decisa, espletati tutti i tentativi di risoluzione pacifica del problema iraniano, potrebbe benissimo decidere o di attaccare direttamente Teheran (anche insieme ad Israele) o di permettere un più che comprensibile attacco preventivo israeliano. Evenienza che a questo punto non sembra affatto essere fantapolitica.

Mappa dell'Iran

Mappa dell'Iran

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple