Eletto il successore (politico) del Dalai Lama

Scritto da: il 27.04.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Lobsang Sangay, 43nne docente di Diritto Internazionale alla Harvard University, è stato eletto primo ministro del governo tibetano in esilio. Da Dharamshala, nel Nord dell’India, sede dell’esecutivo, lo ha annunciato la commissione elettorale. Sangay succede al Dalai Lama che, dopo decenni come guida anche politica dei tibetani, ha rinunciato a tale ruolo. Per i tibetani della diaspora è una novità assoluta, visto che negli ultimi 3 secoli il leader religioso è sempre stato nel contempo premier del Paese (oggi provincia cinese).

Facile la vittoria del giurista, che con il 55% dei voti ha battuto al primo turno gli altri due candidati in lizza, tutti laici, Tenzin Tethong (ex rappresentante del Dalai Lama alle Nazioni Unite ed aWashington) e Tashi Wangdi (ex ministro del governo in esilio). Sangay, nato nel Nord Est dell’India da una famiglia di fuggitivi, in vita sua non ha mai visto il Tibet. Ora lascerà la Harvard Law School per trasferirsi a Dharmsala.

Lobsang Sangay
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple