Fini non perde occasione per dire di non volere andar via dal Pdl, ma quanto è sincero?

Scritto da: il 26.04.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Ieri, ospite della trasmissione In mezz’ora di Rai 3, il presidente della Camera Gianfranco Fini si è profondamente umiliato davanti a tutto il Paese, inerpicandosi in una dichiarazione di fedeltà al Pdl cui pochi hanno potuto credere. Perché, diciamolo chiaramente, per quanto pesantemente bistrattato, Fini rimane per ora nel Popolo della Libertà per il semplice motivo che non ha alternative. Troppo esiguo il numero dei suoi fedelissimi per tentare avventure solitarie che nell’immediato sarebbero destinate alla marginalità.
Ovvio però che continuerà a lavorare per smarcarsi dall’”abbraccio mortale” del premier, che continuerà a tessere alleanze per costruire una alternativa forte per sé e per i suoi. Insomma, come adombrato da Silvio Berlusconi, una vera metastasi dentro il pur multiforme (o informe, ché a volte è lo stesso) movimento populista …

Gianfranco Fini

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple