Trionfo dei democratici, il Giappone svolta a sinistra

Scritto da: il 31.08.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Il Partito Democratico ha trionfato sul Partito liberaldemocratico nelle elezioni legislative che si sono tenute ieri in Giappone. Yukio Hatoyama, presidente del Pd da undici anni, si prepara ora a governare il Paese con una nuova inedita coalizione che comprenderà anche il Partito Socialdemocratico ed il Nuovo Partito del Popolo.
Con più di 308 seggi su 480 complessivi, i democratici hanno quindi ottenuto la maggioranza assoluta della Camera Bassa, infliggendo agli avversari una sconfitta epocale, considerato come i liberaldemocratici abbiano guidato il Giappone dal 1955 a oggi quasi ininterrottamente.
Il primo ministro uscente Taro Aso si è assunto la responsabilità dell’insuccesso elettorale e ha dato le dimissioni da leader del suo partito.
Il ribasso odierno alla Borsa di Tokio conferma la diffidenza dei mercati nei confronti di Hatoyama, visto che nessuno può riuscire ad immaginare quale corso prenderà la politica (soprattutto economica) del Giappone.
Le tante promesse ai ceti più deboli del Paese fatte dal vincitore delle elezioni dovranno essere saldate, ma il deficit statale è così elevato che proprio non si comprende come ciò potrà accadere senza peggiorare la già grave situazione economica.

flags_japan

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple