Il 17 marzo sarà sempre Festa dell’Unità

Scritto da: il 23.03.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Con un colpo di mano dell’opposizione, il governo è stato battuto al Senato in Commissione Affari Costituzionali sul decreto istitutivo del 17 marzo quale festa per i 150 anni dell’Unità d’Italia. È infatti passato a sorpresa, fra le proteste della Lega Nord, un emendamento dell’Italia dei Valori che stabilisce la data come giorno dell’indipendenza nazionale da celebrarsi non solo nel 2011, come già fatto, ma ogni anno.

Il decreto potrebbe però essere nuovamente modificato in Aula a Palazzo Madama, mercoledì mattina, ristabilendo il testo originale che prevede la celebrazione soltanto per quest’anno.

L’emendamento è passato con 9 voti a favore (Partito Democratico e Italia dei Valori) ed 8 contrari di Popolo della Libertà, Lega Nord e Coesione Nazionale. In tale modo è stata istituita «la giornata nazionale dell’indipendenza della Nazione e della indivisibilità della Repubblica» da celebrare sempre anche se senza effetti civili (uffici e scuole rimarranno aperti).

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple