Il caso “Born of Hope”: spopola sul Web il prequel del “Signore degli anelli”

Scritto da: il 13.03.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

In appena 3 mesi e qualcosa è stato visto on line da quasi un milione di spettatori, divenendo un fenomeno cult. È il bellissimo film Born of Hope di Kate Madison, una sorta di prequel de Il signore degli anelli, la pluripremiata saga di Peter Jackson tratta dal monumentale capolavoro di Tolkien.
Il plot di Born of Hope segue le vicende dei Dúnedain, gli Uomini dell’Ovest dell’universo tolkeniano, la cui sicurezza è messa a repentaglio dalle orde di Sauron, i bestiali orchetti che danno la caccia all’anello perduto.
Per inciso, molti hanno notato la grande somiglianza dell’attore Christopher Dane, che interpreta il ruolo di Arathorn, con Viggo Mortensen, l’attore che nella Trilogia di Jackson ha interpretato Aragorn, che di Arathorn è appunto il figlio.
Al link sopra è possibile vedere l’intero film (in inglese con i sottotitoli in numerosi lingue, fra cui l’italiano), che è distribuito solo su Internet. Lo consiglio a tutti.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple