Il sindacato dei poliziotti yiddish

Scritto da: il 25.07.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Ho appena finito di leggere questo incredibile romanzo, di difficile classificazione, ma di sicura genialità.
Tecnicamente Il sindacato dei poliziotti hiddish, dello scrittore di Washington (anche se vive a Berkeley, in California) Michael Chabon, è un hard-boiled in cui il protagonista non è però un detective privato, ma un poliziotto del distretto di Sitka, in Alaska. Un Alaska scenario di un intreccio fantapolitico davvero riuscito, con uno Stato di Israele che dopo essere stato costituito in Palestina, nel 1948 viene distrutto dagli Stati arabi, con i superstiti costretti a riparare fra i ghiacci del Nord America, dati loro in concessione per cinquant’anni.
Sullo sfondo di una travagliata restituzione agli Usa delle terre detenute per mezzo secolo, si dipana l’inchiesta per omicidio di alcuni detective decisi a fare al meglio il loro mestiere fino all’ultimo.
Quanto al cadavere, questo si scopre appartenere ad un singolare giovane ebreo dalla doti sorprendenti. Attorno alla sua morte ruota un mistero il cui progressivo dipanarsi lascerà di stucco il lettore.
Disincantato, ironico, irriverente, il libro è anche un viaggio di una certa utilità all’interno del blindatissimo mondo dell’ebraismo ultraortodosso.

covers_il_sindacato_dei_poliziotti_yiddish

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple