In Sardegna ennesimo tracollo democratico

Scritto da: il 17.02.09
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

In base ai dati ancora parziali fino qui diffusi, l’Ufficio elettorale della Regione Autonoma Sardegna ha stilato una primissima bozza di distribuzione dei seggi nel nuovo Consiglio Regionale.

L’assemblea dovrebbe essere composta da 80 consiglieri, 54 del centrodestra e 26 del centrosinistra. Infatti, qualora venisse confermata la nettissima vittoria dello schieramento di Ugo Cappellacci non scatterebbe il premio di maggioranza atto a determinare l’eventuale aumento del numero minimo di 80 consiglieri, così come previsto dalla legislazione vigente.

Nella nuova maggioranza consiliare, 26 seggi andrebbero al Pdl, 7 all’Udc, 5 ai Riformatori, 3 al Partito Sardo d’Azione, 2 a Sardegna Unita-Uds e 2 alla lista Insieme per le Autonomie (joint venture fra La Destra ed il Movimento per l’Autonomia).

Nello schieramento d’opposizione, 17 seggi andrebbero al Pd, 3 all’Idv, 2 a Rifondazione Comunista, 1 ai Rosso Mori1 al Pdci ed 1 a La Sinistra.

Osservando la precedente distribuzione dei seggi in Consiglio, è evidente il capovolgimento di fronte, visto che nel 2004 il centrosinistra aveva avuto 51 seggi (ottenendo il premio di maggioranza) contro i 34 del centrodestra.

Quattro Mori

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple