“Iron Man 2″, una delusione di ferro

Scritto da: il 13.05.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Dire che Iron Man 2 mi ha deluso non rende appieno l’idea. Considero il primo film semplicemente bellissimo e Jon Favreau un grande regista, di conseguenza la pressoché insulsa sceneggiatura del sequel mi sembra semplicemente un autogol che grida vendetta.
E già, perché l’enorme differenza fra il primo ed il secondo Iron Man sta proprio tutta qui: i team di sceneggiatori sono diversi. Era proprio necessario, mi chiedo, cambiare le ottime “teste d’uovo” che hanno scritto il primo copione?

Ma quello che più salta all’occhio vedendo quest’ultima fatica del sempre gradevole Robert Downey jr è come la Marvel che produce i lungometraggi sui super eroi sia ormai cosa diversissima da quella che ogni mese sforna i fumetti per gli appassionati. I due prodotti sono pensati per target molto diversi fra loro, come testimonia lo scarso peso che ha ormai la continuity, un tempo mito di scrittori e lettori.

Insomma, Iron Man 2 è un film non brutto, ma certo nemmeno bello. Un bis inutile di cui davvero non si avvertiva l’esigenza. Se c’è qualcosa da dire in un sequel la si dica, altrimenti meglio sarebbe rinunciare a girarlo …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple