Islanda, sì del Parlamento all’ingresso nell’Unione Europea

Scritto da: il 16.07.09
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Il Parlamento di Reykjavík – l’Althing, il più antico del mondo, creato nel 930 d.C. – ha dato oggi il via libera ai negoziati per l’ingresso dell’Islanda nell’Unione Europea. Sono stati 33 i voti a favore contro 28 contrari. A questo punto il governo è autorizzato ad iniziare i colloqui con Bruxelles per l’adesione dell’Isola artica all’Unione.

Non è stato comunque un voto semplice quello scaturito dal lungo dibattito iniziato venerdì scorso. Vi erano infatti divisioni anche all’interno del governo, con il ministro dell’Agricoltura e della Pesca Jon Bjarnason che ha votato contro la posizione filo-europea del  premier socialdemocratico Johanna Sigurdardottir.

L’esecutivo di centrosinistra, costituito il 10 maggio scorso, sostiene anche l’ingresso del Paese nell’area euro.

Reykjavík non avrà certo difficoltà durante i negoziati per entrare nei 27. L’Islanda, infatti, 320mila abitanti in tutto, fa già parte dello Spazio economico europeo (Sse) ed è una delle democrazie più avanzate del continente.

In ogni caso, alla fine dei colloqui bilaterali, sarà il popolo islandese che si esprimerà con un referendum.

Per anni il comun sentire degli islandesi è stato ostile all’ingresso nella Ue, ma dopo la crisi economica internazionale, che ha colpito in modo durissimo il complesso settore finanziario del Paese, facendo addirittura temere ad ottobre 2008 una bancarotta di Stato, molti hanno rapidamente mutato idea.

L'Althing di Reykjavík

L'Althing di Reykjavík

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple