Ispicarte, l’alta moda nel Sud Est della Sicilia

Scritto da: il 10.08.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Si è conclusa con un grande successo la terza edizione di Ispicarte, Tradizioni e moda, svoltasi, ovviamente, ad Ispica, in provincia di Ragusa.
La kermesse, inserita nel cartellone dell’Estate ispicese, con la direzione artistica di Toto Clemenza e il coordinamento di Liliana Stimolo, ha trasformato per una sera la suggestiva location in una passerella di moda, arte e tradizione.

Un’edizione tutta al femminile, grazie alle splendide creazioni di quattro stiliste siciliane Loredana Roccasalva, Ivana Parasiliti, Melina Zumbo e Claudia La Grassa. Abiti che nascono da sovrapposizioni creative e accostamenti tra arte e tradizione, per divenire poi imperdibili oggetti del desiderio.

Loredana Roccasalva ha presentato una collezione ispirata ai merletti e ai fiori di pietra dell’architettura iblea, come la borsa Alice: un fiore del giardino di pietra, perla del barocco siciliano, diventa una borsa, simbolo di un luogo e di una storia. Ivana Parasiliti, per Ispica 2010, ha vestito la femminilità siciliana con vibranti dinamismi, contrasti cromatici e giochi di sovrapposizioni tessili per uno stile che fonde l’ispirazione futurista con la tradizione artigianale siciliana. E ancora, le esplorazioni stilistiche di Melina Zumbo in passerella per esaltare la femminilità, l’eleganza e la sobrietà della geisha e della donna siciliana d’altri tempi, con la collezione “Nexus”. Infine, le creazioni della stilista Claudia La Grassa ispirate al gioco “ironico e onirico” di una moderna Lolita e alla magia del tetto di Casa Batllò nel centro di Barcelona, con la collezione “Delicatessen”.

Protagonisti della serata, oltre all’Alta moda, i momenti dedicati alla danza con una bravissima coppia di ballerini campioni nazionali e l’originale quadro di Francesco Lauretta, il premiato di quest’anno, impresso su di un abito e indossato in passerella.

A concludere la serata, dopo gli interventi di saluto del sindaco Piero Rustico e dell’assessore allo Sviluppo Economico Gianni Tringali, il momento della premiazione del pittore contemporaneo Francesco Lauretta, artista ispicese molto apprezzato, scelto quest’anno come destinatario del riconoscimento che esalta le eccellenze artigianali ed artistiche della Città di Ispica e che torna in Sicilia con la sua personale intitolata “Guarda avanti, e ciò che ami svanirà”.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple