L’ircocervo Tory-Whig alla prova dei fatti

Scritto da: il 13.05.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

E così, alla fine, la doppia anima dei LibDem britannici ha visto prevalere la componente liberale su quella socialdemocratica e l’accordo con i conservatori è stato raggiunto.

Certo, fa davvero uno strano effetto vedere un governo così variegato, ma l’alleanza, seppur innaturale, è stata siglata e quindi per un qualche tempo l’ircocervo Tory-Whig tenterà di governare il Regno Unito, in barba alla secolare reciproca avversione. Se vi riuscirà è troppo presto per dirlo. Perché da un lato vi è la serietà umana tipica dei politici britannici e che certo non fa difetto a David Cameron e Nick Clegg, ma dall’altro vi sono fondamentali differenze che non possono essere ignorate.

Non è semplice, ad esempio, per gli europeisti liberaldemocratici accettare il campione dell’euroscetticismo William Hague agli Esteri. E non sarà semplice mettere d’accordo le due componenti governative sulla strada da intraprendere per risanare il bilancio dello Stato, fortemente compromesso.
Insomma, l’intesa è stata sì raggiunta, ma sulla sua durata è meglio non mettere la mano sul fuoco.

Nick Clegg e David Cameron

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple