La Freedom Flotilla cola a picco le relazioni fra Israele e Turchia

Scritto da: il 01.06.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Dieci-quindici anni fa i rapporti fra Israele e l’allora kemalista Turchia erano così solidi da far tenere esercitazioni militari congiunte. Ankara e Tel Aviv erano strette da un patto che dimostrava oltre ogni dubbio come anche uno Stato con cittadinanza nettamente islamica, per quanto anomalo come la laicissima Turchia pre-Erdogan, potesse avere una relazione speciale con Israele.

A poco a poco, però, la premiership di Recep Tayyip Erdogan (giunto al governo nel marzo del 2003 con un programma “demoislamico” che alcuni commentatori definiscono non molto dissisimile da quelli democristiani dell’Italia degli anni Settanta) ha allentato i rapporti con lo Stato ebraico. E in un crescendo di critiche all’operato di Gerusalemme impensabili anni fa, la Turchia ha progressivamente preso le distanze da Israele fino alla rottura di ieri.

Ecco, potremmo dire che se un esito ha avuto l’operare della Freedom Flotilla questo è stato proprio il definitivo affondamento delle relazioni fra Stato ebraico e Sublime Porta. Con il conseguente isolamento di Israele nella sua area in un momento in cui anche la storica relazione con gli Usa vacilla.

Obama non è Bush sr, non è Clinton, non è Bush jr – evidente – e Gerusalemme oggi si sente meno protetta dall’alleato di sempre. Conseguentemente, non può che aumentare la sua tendenza a difendersi da sé. Con esiti che potrebbero anche essere catastrofici.

La Casa Bianca valuti bene quel che potrebbe significare abbandonare lo Stato ebraico al suo destino. Di certo McCain-Palin una simile emergenza l’avrebbero gestita in maniera diversa. L’augurio è che il mito obamiano non debba implodere per il caos di un devastante nuovo conflitto mediorientale. Magari anche atomico …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple