La vicenda Amorelli diviene un caso nazionale

Scritto da: il 23.01.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Ormai è divenuto davvero un intricato caso nazionale quello di Salvatore Amorelli, l’industriale nisseno famoso nel mondo per le sue originalissime pipe al centro di una kafkiana vicenda di contributi Cipe deliberati e non (del tutto) erogati e di mutui bancari a tassi talmente alti da aver provocato una denuncia per usura.
Un parlamentare del Partito Democratico, infatti, il catanese Giuseppe Berretta, ha pensato ultrabene di presentare qualche giorno fa alla Camera dei Deputati una accurata interrogazione al ministro dell’Economia e a quello dello Sviluppo Economico, chiedendo di far piena luce sull’affaire, non solo per quanto riguarda il sospetto di usura, ma anche l’”intoppo” del patto territoriale di Caltanissetta all’origine di tutti i guai di Amorelli.

A tal proposito, oggi su Milano Finanza Sicilia c’è una mia (spero) interessante intervista a Berretta, in cui spiega che cosa chiede al governo su di un caso, quello di Salvatore Amorelli appunto,  che potrebbe davvero riscrivere le regole dei rapporti fra cittadini e istituti di credito.
Purtroppo on line l’articolo è leggibile solo a pagamento, ma il giornale rimarrà in edicola fino a tutto venerdì prossimo, quindi chi volesse può acquistare il cartaceo.

Giuseppe Berretta

Giuseppe Berretta

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple