Le prime armi chimiche? Le usarono i persiani

Scritto da: il 21.01.09
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Gli antichi persiani sono stati i primi a usare le armi chimiche, come rivela uno studio condotto dall’Università di Leicester, che ha individuato quello che sembra essere la più antica prova archeologica di guerra chimica nella città siriana di Dura-Europos.

Le vittime accertate dalla ricostruzione sono circa 20 soldati romani che hanno protetto la città nel 256 a.C. I soldati, secondo le ultime ricerche effettuate da James Simon, archeologo dell’Università britannica, sarebbero morti per soffocamento.

Dura Europos, situata sulle rive del fiume Eufrate, fu conquistata dai romani, che vi costruirono una fortezza. Verso il 256 a.C., appunto, la città venne assediata dalle truppe dell’impero persiano guidato dalla  dinastia sassanide.

Un antico testo racconta nel dettaglio lo scontro, di cui si è a conoscenza grazie a scavi archeologici che hanno avuto inizio negli anni ’20 del Novecento. Il Sassanidi utilizzarono numerose tecniche durante il loro assedio per riuscire ad aprire una breccia nei muri, introducendo poi bitume e cristalli di zolfo, sostanze che durante la combustione emettono gas velenosi.

Espugnata la città, i suoi abitanti furono massacrati sul posto o deportati in Persia e Dura Europos fu abbandonata per sempre.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple