Le progressioni verticali

Scritto da: il 12.01.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Io non so tutto sulla politica catanese, ma molto di sicuro sì. Definitivamente sono rientrato nell’Isola a gennaio del 2007, dopo alcune tappe di avvicinamento, per così dire. Ma ricordi ne ho. E, soprattutto, ho nel tempo costruito una solida rete di amicizie di persone – delle quali mi fido – che mi hanno raccontato, frammento dopo frammento, tessera del mosaico dopo tessera del mosaico, quel che è stata Catania nei circa vent’anni di mia assenza. Funzionari pubblici, colleghi giornalisti, imprenditori, membri delle Forze dell’Ordine. Sapete quale particolare ha unito un po’ tutte le loro narrazioni in merito allo sfascio delle casse comunali di Catania? Semplice: tutti hanno sempre detto di andare a cercare l’origine del buco di bilancio etneo nella cosiddetta “progressione verticale” … Ossia nella serie indiscriminata di promozioni che ad un certo punto l’allora sindaco Umberto Scapagnini ha posto in essere, creando funzionari e dirigenti oltre le reali necessità dell’Ente.

Ora salta fuori che il danno erariale procurato da tale condotta è di milioni e milioni di euro (oltre all’incalcolabile danno di avere dirigenti spesso del tutto inadeguati) e che la Procura è da anni alla ricerca di riscontri che l’aiutino a ricostruire tutti i passaggi dell’intricata matassa. Nel frattempo, ieri sono partiti una sessantina di avvisi di garanzia, notificati dalla Guardia di Finanza. Pare siano per l’ex primo cittadino ed i componenti delle sue giunte (compreso Raffaele Lombardo, al tempo suo vice). Ma pare anche che un avviso sia per Raffaele Stancanelli, attuale sindaco. L’ipotesi di reato? Avrebbe indebitamente allungato l’orario di lavoro di alcuni precari. Come dire, solidarietà fra prestatori d’opera (assai) incerti sul proprio futuro …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple