L’inflazione della parola “Italia”

Scritto da: il 30.12.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Proliferano i brand politici con la parola “Italia”. In principio, fine 1993-inizio 1994, fu Forza Italia (oggi Pdl), che riprendeva un precedente slogan pubblicitario che per un po’ di tempo, sempre nei primissimi Anni Novanta, era cripticamente circolato sottoforma di grandi manifesti raffiguranti un neonato. Nulla di nuovo, a ben pensare, visto che l’aggettivo “italiano” era stato utilizzato da numerosissimi partiti nella storia della Repubblica.

Certo che però ora si esagera. Qualche anno fa, esattamente nell’ottobre del 2006, Marco Follini, uscendo dall’Udc, lanciò l’Italia di Mezzo, dalla eco tolkeniana e dalla penetrazione pressocché nulla.

In tempi più recenti, metà 2008, ecco nascere il Movimento per l’Italia di Daniela Santanché (valga il ragionamento fatto per Follini, ma ovviamente senza nemmeno il nobilissimo riferimento a Tolkien …). In rotta con Francesco Storace dopo le elezioni politiche, la Santanché, utilizzando la parola “Italia”, ha creato un suo piccolo brand con il quale è poi approdata alla corte di Silvio Berlusconi, che appena qualche mese prima aveva più volte apostrofato in malo modo.

Da mesi si parla poi del pesantoio ItaliaFutura, fondato da Luca Cordero di Montezemolo, che potrebbe divenire una vera e propria forza politica moderata, con una struttura a tutti gli effetti, se non partitica, almeno da movimento.

E da ultimo ecco l’Alleanza per l’Italia di Francesco Rutelli, così deluso dall’arrivo di Pier Luigi Bersani alla segreteria del Partito Democratico da uscire dalla corazzata Pd per farsi anche lui un partitino, sempre (claro!) usando il termine “Italia” e non temendo il ridicolo di un acronimo (Api) che ricorda da vicinissimo una nota compagnia petrolifera ed il relativo marchio di carburanti.

Insomma, attendiamo il prossimo “microbrand”. Del resto, l’elenco telefonico piemontese è zeppo di prefissi che cominciano con lo 01 …

italia

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple