Lombardo (fin troppo) Confidential

Scritto da: il 04.06.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Quando si trova a parlare con la stampa, sempre più spesso il presidente della Regione Sicilia, l’autonomista Raffaele Lombardo, finisce col dire all’interlocutore più – a volte ben più – di quanto gli sarebbe utile dire. È il caso dell’intervista apparsa stamattina sul quotidiano di Catania La Sicilia a firma di Tony Zermo, nella quale Lombardo, prima ancora di dichiarare che piuttosto d’essere rinviato a giudizio dal Gip per l’inchiesta Iblis preferirebbe chiedere o il rito abbreviato o il processo immediato (segno in sé di una certa apprensione del leader sicilianista, non certo di forza e serenità d’animo), si lascia andare ad alcune considerazioni sul suo neoconsulente, l’esperto ex poliziotto Gioacchino Genchi, che avranno fatto maledire a quest’ultimo il momento in cui ha accettato l’incarico.

Dichiara Lombardo a Zermo: «Ho preso Genchi perché è un mago. Anni fa in Calabria mi fece sentire la conversazione che avevo avuto con Saladino della Compagnia delle Opere che era stato inquisito da De Magistris. Lo fece in pochi minuti manovrando un aggeggio e mi impressionò».

Ora, non vorrei sbagliarmi, ma con tale dichiarazione non ha rivelato una palese violazione di segreto istruttorio? L’inchiesta di de Magistris nel momento in cui Genchi ha (avrebbe?) fatto ascoltare l’intercettazione a Lombardo era ancora in corso? Genchi è persona serissima, quindi sono certo di no, ma fare chiarezza in merito non sarebbe male …

In ogni caso, non vorrei sbagliarmi bis, ma l’ottimo Genchi, che personalmente stimo molto, non ha sempre dichiarato nei vari processi in cui è stato coinvolto di non aver mai fatto intercettazioni, ma di aver soltanto incrociato dati e tabulati telefonici vari? Se non erro (again) è stata questa per molto tempo la sua linea difensiva. Oggi spazzata via da Lombardo con una semplice innocente (?) intervista …

Raffaele Lombardo
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple