Minority Gasparreport

Scritto da: il 20.12.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Tanto per chiarire i fatti, visto che la memoria storica in Italia oggi latita più di Osama bin Laden: il 7 aprile 1979 l’allora sostituto procuratore della Repubblica di Padova, Pietro Calogero, ordinò l’arresto di alcuni dirigenti dei gruppi extraparlamentari denominati Autonomia Operaia e Potere Operaio. Fra questi, vi erano Toni Negri, Oreste Scalzone, Emilio Vesce, Luciano Ferrari Bravo e Franco Piperno, tutti accusati di associazione sovversiva e insurrezione armata contro i poteri dello Stato. Per alcuni degli arrestati il cosiddetto “teorema Calogero” prevedeva anche l’accusa – pesantissima! – di aver preso parte al rapimento e all’uccisione del presidente della Dc Aldo Moro. Tale imputazione cadde già l’anno successivo, come, via via un po’ quasi tutte le altre, a cominciare da quella che vedeva Toni Negri quale cervello delle Brigate Rosse.

Che oggi Maurizio Gasparri auspichi un ritorno allo spirito di quell’infelice data, una sorta di Minority Report in salsa pidiellina, mi sembra semplicemente ridicolo. Nonché altamente significativo di come il senatore post-fascista interpreti i valori liberaldemocratici alla base del partito in cui milita.

Intendiamoci, l’idea di Philip Dick di prevenire il crimine punendo già le sole intenzioni dei delinquenti è (a mio avviso, ma – si sa – io sono un feroce “comunista d’ordine”) ottima e da istituzionalizzare. Credo però che Gasparri non abbia i “titoli” giusti per discuterne. Perché ben altri sono i problemi di ordine pubblico in Italia, con oltre metà del Paese in mano alle mafie più svariate. Invocare l’arresto preventivo di studenti intenzionati a manifestare è davvero grottesco e più che la pur giusta indignazione di queste ore dovrebbe suscitare risate a crepapelle.

Maurizio Gasparri

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple