Obama il marziano

Scritto da: il 16.04.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Dopo aver decurtato malamente i fondi del programma spaziale statunitense, il presidente Barack Obama ha dichiarato che entro il 2035 l’uomo (americano, ovviamente) metterà piede su Marte. L’idea è stupenda e sarebbe supportata da 6 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni, cifra che dovrebbe creare circa 2500 nuovi posti di lavoro nel settore dell’industria strategica a stelle e strisce.

Ovviamente, in questo quarto di secolo che ci divide dallo storico traguardo occorre raggiungere alcune tappe intermedie. Intanto costruire entro il 2015 un vettore pesante capace di garantirci missioni assai oltre la Luna. Prima della missione marziana sarà poi necessario inviare un equipaggio umano su di un asteroide, in maniera da preparare il terreno al vero e proprio sbarco sul Pianeta Rosso.

Barack Obama ha così voluto dimostrare di avere davvero a cuore (cosa che non è affatto vera, vista la sua “miopia” in materia di geopolitica) l’esplorazione del sistema solare ed il prestigio spaziale degli Usa, ma pare molto difficile che possa convincere chi non lo ritiene per nulla sensibile al tema.

Marte, il monte Olimpo

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple