Obama incassa un brutto colpo nel Massachusetts

Scritto da: il 20.01.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Ad un anno dall’insediamento alla Casa Bianca, brutto segnale per il presidente americano Barack Obama, con la sconfitta del Partito Democratico in Massachusetts, dove il seggio senatoriale che per oltre 60 anni era “appartenuto” alla famiglia Kennedy è stato conquistato da un candidato repubblicano.  Le combattute elezioni suppletive del Massachussets, in cui si assegnava appunto il seggio al Senato rimasto vacante dopo la scomparsa di Ted Kennedy, sono state vinte dal candidato repubblicano Scott Brown, nonostante il grande impegno profuso da Obama per la candidata democratica Martha Coakley.

Brown, tanto per non lasciare spazio ad equivoci, appena certo di aver vinto, ha subito dichiarato che si impegnerà in ogni maniera per ostacolare i programmi della Casa Bianca.

Con l’arrivo del neosenatore repubblicano, Obama perde così la maggioranza qualificata di 60 voti in Senato che gli avrebbe permesso di evitare qualsivoglia ostruzionismo repubblicano. Ora la strada verso l’approvazione definitiva della sua riforma sanitaria di certo si è fatta più in salita.

Andando all’analisi del voto, Brown si è imposto con il 51.8% dei voti, contro il 47.2% della candidata democratica. In termini assoluti, la differenza fra i due sarebbe di circa 100mila voti.

Il Massachusetts conta oltre quattro milioni di elettori iscritti, con gli elettori democratici che sono più del doppio rispetto a quelli repubblicani. Per gli esperti di flussi elettorali, però, Brown sarebbe riuscito a conquistare l’ambitissimo consenso degli indipendenti e ciò gi avrebbe dato la vittoria. Vittoria che è anche il primo grosso successo per il presidente del Comitato Nazionale del Partito Repubblicano, Michael Steel, una sorta di Obama conservatore che nel futuro di medio termine potrebbe divenire un  ottimo candidato alla White House.

Scott Brown

Scott Brown

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple