Operazione Iblis, alcune riflessioni sulla Terra che ruota attorno all’asse Ramacca-Palagonia

Scritto da: il 03.11.10
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Oggi abbiamo scoperto – ed invero la notizia ha grande rilevanza scientifica e certo la Nasa non potrà non tenerne conto nell’organizzare le sue prossime missioni – che il mondo ruota attorno all’asse Ramacca-Palagonia. Ed io, ingenuo, che avevo creduto alla vulgata di un asse terrestre dal Polo Nord (magnetico) al Polo Sud (altrettanto magnetico). Mah … Certo che, se le cose stanno come stamattina ha illustrato il procuratore capo di Catania Enzo D’Agata c’è proprio da dire che la montagna (della mega inchiesta su Mafia&Politica in Sicilia) ha partorito il classicissimo topolino (gli arresti di stanotte), di dimensioni davvero microbiche.

D’Agata si è dato da fare a chiarire che in Procura c’è concordia e che, a parte qualche appassionata divergenza d’opinione, la visione dei vari inquirenti sulle vicende politico-mafiose etnee e trinacriute è comune. In tutta franchezza, bastava guardare la sua di faccia, per non parlare di quella dei suoi colleghi di grado più basso, per capire quanto inverosimile fosse tale affermazione di concordia.

In ogni caso, la posizione dei big sotto inchiesta (a proposito, finalmente il procuratore D’Agata ha confermato, davanti ad una selva di telecamere, che sì, Raffaele Lombardo è stato indagato, anzi lo è ancora perché gli arresti di stanotte non hanno concluso l’indagine e tecnicamente non si può ancora parlare di archiviazione per il presidente della Regione Siciliana) per il momento è tranquilla. Il procuratore ha evidenziato con enfasi (troppa, caro dottor D’Agata, troppa, quando parla di Lombardo Ella perde il senso della metriòtes, occorre un approccio più zen, creda a me che mai nella vita ho avuto atteggiamenti misurati e l’ho pagata cara, a cominciare da come mi hanno fatto à la julienne le donne …) che nulla di rilevante è mai emerso a carico di Lombardo. Ma i suoi colleghi non hanno perso l’occasione per evidenziare come l’inchiesta sia lontano dall’essere chiusa.

Prosegue quindi il braccio di ferro in Procura fra opposte fazioni ed opposte correnti di pensiero: Lombardo angelo o demone? Nel mentre la Sicilia è bloccata, paralizzata, congelata almeno 30′anni indietro nel tempo rispetto ad altre realtà europee il cui sviluppo, economico ma anche e soprattutto umano, la gente dell’Isola può solo guardare a distanza. I più senza nemmeno l’intelligenza per avvertire lo iato e provare (sana) invidia …

Enzo D’Agata

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple