Pd, Bersani è il nuovo segretario. Ora si lavori per creare il partito delle 3 L (Left, Liberalism, Laicism)

Scritto da: il 25.10.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Grande successo per le primarie del Partito Democratico, che hanno registrato quasi 3 milioni di votanti. La vittoria – data per scontata dagli osservatori più accorti – è andata a Pierluigi Bersani, che ha ottenuto più del 50% dei voti ed è quindi il nuovo segretario del Pd.
Ora occorre una completa rifondazione identitaria per un soggetto che fin qui è stato molto confuso.
Una assai avvertita esigenza di chiarezza da parte di molti elettori in Italia vorrebbe che si giungesse ad un partito delle 3 L: Left, Liberalism, Laicism. Ovvero che il Pd divenisse leftist (di sinistra seria), liberal (ovviamente nell’accezione statunitense del termine) e davvero laico. Perché la “marmellata veltroniana” che è stato fino ad ora proprio non serve a nessuno. A ben pensare, forse neanche agli avversari del Pdl.

Pierluigi Bersani

Pierluigi Bersani

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple