Presidenziali afghane, chiusi i seggi, soddisfacente l’affluenza (ma non si hanno dati)

Scritto da: il 20.08.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Sono finite da poco le operazioni di voto in Afghanistan per le seconde elezioni presidenziali dalla caduta del regime dei talebani nel 2001. L’affluenza alle urne ha rischiato di essere bassa a causa della violenza che da giorni imperversa nel Paese, in particolare nel sud e a Kabul, ma alla fine sembra essere stata soddisfacente, anche se non si hanno dati precisi in merito, tranne il 60% circa comunicato dai militari italiani per le zone sotto il loro controllo.
Hamid Karzai, il presidente uscente, è il favorito tra i 36 candidati in corsa per la presidenza e di fatto il suo unico rivale è l’ex ministro degli Esteri Abdullah Abdullah.
Il buon esito delle consultazioni rappresenta un punto chiave della strategia del presidente degli Stati Uniti Barack Obama nella regione. I primi risultati sono attesi per domenica.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple