Procura di Catania, i candidati sono 3

Scritto da: il 21.07.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Alla fine ne resterà uno soltanto, che sarà scelto con molta probabilità in autunno, ma al momento sono 3 i candidati alla carica di capo della Procura della Repubblica di Catania i cui curricula verranno sottoposti al vaglio del plenum del Consiglio Superiore della Magistratura. Oggi, infatti, dal voto della Commissione referente del Csm sono emersi i nomi del procuratore generale di Catania Giovanni Tinebra (2 preferenze), del sostituto della Dda etnea Giuseppe Gennaro (2 voti) e del sostituto procuratore generale di Roma Giovanni Salvi (1). Nel successivo step, in una prima votazione il Csm deciderà i due che andranno al “secondo turno”, dal quale verrà fuori il nome finale.

Come spesso ho sostenuto negli ultimi anni, nell’anomalia siciliana si innesta la contorta anomalia catanese, tanto che la nomina del successore di Enzo D’Agata quale capo della Procura viene a torto o ragione caricata di aspettative messianiche. Siamo davvero alla metapolitica se i destini di una città, di un’Isola sono percepiti quali esclusivamente appesi alla scelta del nuovo procuratore, ma la situazione è questa. Arriverà ottobre. E arriverà la scelta del Csm. In maniera, quale che sia, da tornare alla politica. Abbandonando la metapolitica ai teoreti ad oltranza.

Il Palazzo di Giustizia di Catania
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple