Raffaele Lombardo non sarà rinviato a giudizio

Scritto da: il 13.06.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Clamoroso colpo di scena nell’inchiesta Iblis della Procura della Repubblica di Catania: finisce nel nulla la richiesta di rinvio a giudizio per Raffaele ed Angelo Lombardo, firmata da tutti e quattro i pm titolari dell’inchiesta: Iole Boscarino,  Antonino Fanara, Giuseppe Gennaro e Agata Santonocito. Il successore pro tempore di Vincenzo D’Agata, il capo facente funzioni della Procura di Catania Michelangelo Patanè, ha infatti deciso di avocare a sé l’inchiesta, stralciando le posizioni di Angelo e Raffaele Lombardo, per i quali, a suo avviso, non vi sarebbero gli elementi per richiedere il rinvio a giudizio.

Ma che cosa è accaduto? Semplice, i pubblici ministeri titolari dell’inchiesta sono stati “spogliati” del fascicolo sul quale stavano indagando, un “volumone” da 80mila pagine fitte di atti ed intercettazioni. La decisione finale deve ancora transitare dall’ufficio del Gip, ma per i coindagati della Iblis pare invece che si procederà con la richiesta di rinvio.

Raffaele Lombardo
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple