Rideva delle vittime del terremoto, ora tenta il suicidio: nessuna pietà per Piscicelli

Scritto da: il 01.04.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Mi lascia assai indifferente la notizia del tentato suicidio di Francesco Maria De Vito Piscicelli, il costruttore campano dall’improbile nome assurto al disonore delle cronache qualche tempo fa per l’intercettazione nella quale affermava, sghignazzando al telefono con il cognato Pierfrancesco Gagliardi, di avere riso dopo il sisma dell’Aquila di fronte alla prospettiva di concludere nuovi affari sulla ricostruzione del post-terremoto (fatto poi da lui stesso smentito, come se si potesse smentire una intercettazione!).

Piscicelli pare abbia tentato di togliersi la vita mercoledì sera nel suo ufficio romano di via Margutta ingoiando un intero flacone di tranquillanti. Per lui, in tutta franchezza, non provo nessuna pietà. Spero solo che sopravviva per scontare, ad indagini e processi conclusi, le (eventuali) pene cui sarà (probabilmente) condannato.

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple