Riforma fiscale, il sogno della semplificazione

Scritto da: il 16.06.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Non oltre 3 aliquote sui redditi delle persone e non oltre 5 imposte. Questa è la riforma che ha in mente Giulio Tremonti, nella convinzione, del tutto condivisibile, che «aliquote più basse possibili rappresentino  il miglior investimento per ridurre l’evasione fiscale». Sullo sfondo c’è però il vero traguardo del ministro dell’Economia, la semplificazione, ossia quel che serve realmente al Paese, anche più della riduzione in sé e per sé della pressione complessiva.

Oggi in Italia vi sono 5 aliquote sul reddito delle persone fisiche (dal 23% al 43%, su redditi che vanno dai 15 mila ad oltre 75 mila euro), nonché una selva inestricabile di tributi vari ed eventuali. È qui che occorre assolutamente disboscare. Per ridare fiato a chi lavora. E per rimettere un minimo in moto lo sviluppo di questo sempre più stanco Paese.

Giulio Tremonti
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple