Sulla sponda del fiume Gornalunga mi sono seduto e ho pianto … Sangue …

Scritto da: il 17.09.09
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Circa 50.000 tonnellate di rifiuti tossici sono state scoperte dalla Guardia di Finanza sotterrate a tre metri di profondità, sulle sponde del fiume Gornalunga, a Ramacca, in provincia di Catania. L’illegalissima e letale discarica è stata scoperta grazie a Google Earth. Accanto, una distesa di meloni bianchi, destinati alla vendita.
I rifiuti rinvenuti sono principalmente ospedalieri, ma sono stati individuati anche altri tipi di rifiuti tossici.
I tecnici dell’Arpa, l’Agenzia Regionale per l’Ambiente, sono già al lavoro per comprendere quanto gravi siano i danni procurati dalla discarica.

Lo stemma della città di Ramacca

Lo stemma della città di Ramacca

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple