Terremoto in Giappone/10 Mare atomico

Scritto da: il 30.03.11
Articolo scritto da . Carlo Lo Re, giornalista e saggista, è un esperto di politica estera e terrorismo internazionale. Rientrato da qualche anno in Sicilia dopo un quasi ventennale “tour” d'Italia e d'Europa, vive a Catania, dove si occupa di economia e comunicazione.

Aspettiamoci che dalle acque (ovunque, perché mica hanno frontiere) prima o poi sorga una sorta di Godzilla. Magari non accadrà proprio come al cinema, ma ormai è chiaro come il vero danno  irreparabile della crisi nucleare nipponica riguardi proprio il mare. Un tasso di iodio radioattivo 3355 volte superiore a quanto consentito dalla legge sta infatti avvelenando i dintorni di Fukushima fino a 300 metri dalla costa, quale ovvia conseguenza delle perdite nella centrale atomica.

La notizia è stata diramata dall’Agenzia per la sicurezza nucleare giapponese, il cui vicedirettore, Hidehiko Nishiyama, non ha comunque voluto perdere l’occasione per minimizzare i rischi, evidenziando come la popolazione locale sia stata allontanata da giorni e la pesca vietata. Come se l’acqua contaminata dalle radiazioni non potesse giungere ovunque in breve tempo. Davvero nella gestione di questa crisi i tanto incensati giapponesi stanno deludendo su tutta la linea. Specie su quella della trasparenza.

Anatomy of Godzilla
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple