Un baratto politico sul corpo di Eluana?

Scritto da: il 09.02.09
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Una delle domande da porsi sul caso Englaro a mio avviso riguarda l’eccessivo interesse del governo di centrodestra affinché la vicenda di Eluana si definisca più che velocemente in direzione dei “desiderata” vaticani.

E siccome, come recita il sempiterno adagio andreottiano, a pensar male si farà peccato però ci si becca sempre, mi chiedo se per caso sul corpo di Eluana non si stia giocando una partita politica di primo piano.

I campioni di cinismo che siedono nel nostro Parlamento non arretrano dinanzi a nulla nella sempiterna guerra di posizione che conducono anche quando i rapporti di forza fra maggioranza ed opposizione sono così definiti da lasciare ben pochi margini di utilità ai toni urlati.

Mi morderei la lingua piuttosto che dare ragione a Walter Veltroni, vista la mia posizione dichiaratamente di sfiducia globale nelle sue scelte, ma il segretario democratico è oggi più che nel giusto quando afferma che il caso Englaro viene utilizzato per una sorta di «messa in crisi o in tensione del nostro sistema istituzionale».

Insomma, ripeto, il sospetto è che vi possa essere dietro un turpe baratto politico sul corpo della povera ragazza. Qualcosa tipo l’affermazione della linea della Santa Sede in cambio di un concreto appoggio della Chiesa prima alle difficili (per il Pdl) elezioni in Sardegna e poi per quelle europee, più semplici da vincere per la formazione di Berlusconi.

Rifà capolino il grande Andreotti … A pensar male si farà peccato …

Eluana Englaro
Eluana Englaro
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple