What if femminista su principesse, rane e castelli

Scritto da: il 05.10.08
Articolo scritto da . Giornalista e saggista catanese. Dopo 18 anni altrove (prevalentemente a Bologna e a Roma, con una puntata a Turku, in Finlandia, e numerosi viaggi per il nord Europa) , è rientrato a CT e cerca, insieme ad alcuni amici, di capire (prima) e spiegare (poi) i meccanismi socio-politici che presiedono al "funzionamento" del microverso dell'Isola. Senza comunque dimenticare il resto del globo, dove ogni giorno accadono eventi che spessissimo sono (di molto) piú importanti di quelli siciliani ed etnei ... Con questo blog, chiamato "The Lo Re Report" in onore del fantastico "The Colbert Report" dell'umorista americano Stephen Colbert, Lo Re - che si sta sentendo profondamente scemo a scrivere di se stesso in terza persona - intende dare agli amici e conoscenti interessati alle sue analisi (non oltre i 24, uno in meno dei lettori del Manzoni, per carità) uno strumento piú agile e dinamico del sito, che per sua natura (nonché per ignavia del Lo Re stesso) è certo ben statico.

Mi è giunta per e-mail una delle usuali storielle buffe che circolano sul Web. Mi sembra molto gustosa e very politically incorrect, quindi la trasformo in un post, una sorta di What if femminista che piacerà sicuramente a molte mie amiche. Tanto, (almeno) di domenica mattina mica è d’obbligo la professionalità a tutti i costi o “postare” solo commenti seri …

C’era una volta in un Paese lontano lontano una bellissima principessa, indipendente e sicura di sé.

Mentre stava seduta contemplando argomenti ecologici sulle sponde di un laghetto incontaminato in un prato verde vicino al suo castello, incontrò una rana.

Questa le saltò in grembo e disse:

«Elegante Signora, io ero un bel principe, finché una strega cattiva non mi fece un incantesimo. Un bacio da te, comunque, ed io tornerò ad essere il bel principe che sono. E poi, dolcezza, noi ci potremo sposare e mettere su casa nel tuo castello, insieme a mia madre. Tu potrai cucinare per me, lavare i miei vestiti, portare nel tuo grembo i miei figli ed esserne per sempre grata».

Quella sera, mentre la principessa cenava beatamente con cosce di rana saltate in padella innaffiate con un ottimo vino bianco e condite con una superba salsa di cipolle, ridacchiava tra sé pensando:

«Col cazzo!» …

A rileggerla bene, ci sarebbe da inoltrarla alla Sarah HEATH … Ma lei, lo sappiamo, è felice così, con la sua incasinatissima vita da “pittbull” personale di un “grizzly” sempre ingrifato … Quel Mr Palin che già gli ha fatto sfornare 5 dicasi 5 marmocchi (alcuni cresciuti non proprio con un percorso culturale da Nobel) …

E speriamo che in caso di eventuale permanenza della coppia vicepresidenziale alla White House abbiano almeno la decenza di ricorrere ai metodi naturali … O nelle loro teste saranno vietati anche quelli?

In ogni caso, confesso come a me la candidata repubblicana alla vicepresidenza faccia comunque molta simpatia, pur avendo nella vita fatto scelte opposte alle mie …
Mah … Sarà(h) il fascino dell’Alaska …

carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | Hosted by MediaTemple